domenica 23 gennaio 2011

Senza attaccanti non si vince (e non si vincerà) mai...

17 commenti:

Giuliano ha detto...

...gioca ancora Christian Vieri?
(beh, quanto meno non abbiamo preso gol - forse davvero Pazzini è già dei nostri)

Cronache bianconere ha detto...

L’ho pensato anch’io, di Pazzini, vedendo il suo errore davanti a Buffon…
;-)
Ricordi il caso di Muzzi dell’Udinese (che poi, comunque, non arrivò a Torino)?

Guarda… Oggi ho accompagnato “verbalmente” tutta la gara di Amauri esattamente come dovrebbe fare un buon genitore con il proprio figlio in un momento di difficoltà.

Adesso, con estrema sicurezza, ti posso garantire che a partire dalle 17.00 del 23 gennaio dell’anno del signore 2011… Ho finito le parole…
:-)

Un abbraccio!

JUVE 90 ha detto...

il bello (o il brutto) e che se quella palla arrivava ad alex senza rimbalzare male all'ultimo istante si era vinto :(

Anonimo ha detto...

Purtroppo è proprio così. Senza punte non si vincerà mai! Cosa penso di amauri fratello, te l'ho scritto ieri via sms e non mi pare il caso di ripetermi. Purtroppo il prossimo (ma sarà vero poi?) rientro di Iaquinta non credo possa cambiare molto dal punto di vista realizzativo. Comunque ci sono alcune cose che non capisco. Possibile che Aquilani a metà del secondo tempo regolarmente non ce la fa più? E pensare che quelli della samp venivano da una gara di 120 minuti giocata mercoledì e nessuno di loro ha chiesto il cambio (se non per infortunio). Ed è possibile che Traore ogni volta che gioca non finisce la partita? stavolta ha battuto ogni record. Si è rotto dopo neanche un minuto...E' possibile che se non segna Del Piero non c'è nessuno capace di buttare dentro la palla?

Danny67

marco99 ha detto...

Thomas.. perdonami.
Senza campioni non si vince... e non si vincerà mai.

La ciabattata alla stelle di delpiero a porta vuota ne è la tragicomica dimostrazione.

invito tutti a gridare ad Andra Agnelli il nostro sdegno.
non facciamo la fine dei giapponesi arroccati su qualche isolotto sperduto e insignificante.

svegliamoci ragazzi. hanno gettato nel cesso un altra stagione, altro che ricostruire. sveglia!

un abbraccio.

Giuliano ha detto...

intanto ho fatto un giro su tuttosport: c'è il Moratti che dice
«Le vittorie dell'Inter dimostrano le truffe di calciopoli» e poi «è stata una cosa volgare e una fregatura economica».
Ma sai che sono d'accordo?? Caspita, avere Moratti in persona dalla nostra parte, mica me lo sarei mai aspettato!!!
Esattamente le stesse cose che pensiamo di calciopoli noi della Juve!!!
:-)
(provo a pensare: anno 2006, Ibrahimovic al Real per le stesse cifre di Zidane...)

Anonimo ha detto...

Io sinceramente non scherzerei su queste cose,ed ecco perchè: ma vi rendete conto che questo ancora continua ad accusare e a tirare fuori calciopoli e che tutti i media continuano a dargli ragione e a non contraddirlo nonostante i nuovi fatti sopraggiunti? Ora questo può significare tre cose: 1) moratti non è al corrente di tutto quello che è uscito fuori al processo di napoli e quindi parla a vanvera (difficile da credere);
2) moratti è proprio un cretino, per cui insiste a parlare pur sapendo che le nuove/vecchie intercettazioni potrebbero portare alla revoca dello scudetto del 2006 ed, in teoria, alla restituzione dei due scudetti tolti ingiustamente alla Juve con, almeno sempre in teoria, conseguente richiesta di risarcimento da parte della Juventus stessa (moratti non mi sembra Einstein ma dubito sia coglione fino a questo punto; 3) l'ipotesi più probabile, moratti sa benissimo che nonostante il teorema accusatorio sia stato smontato pezzo per pezzo in tribunale e sa benissimo che l'inter e il milan hanno compiuto atti e effettuato telefonate ben più gravi di quelle per cui moggi e la Juve sono stati condannati, ma ha l'assoluta certezza che qualsiasi cosa dovesse accadere in termini di sentenze, nulla cambierà, nessuno gli toglierà niente e che, con l'ausilio degli organi di informazione farà in modo che si continui a credere che la Juve rubava!!!
Qui non c'è niente da ridere fratelli!!

Danny67

IoJuventino ha detto...

Pepe e Amauri in avanti non li aveva mai schierati nemmeno in allenamento! Difficile fare di più, con in più Krasic che ha finito la benzina e un Sissoko disastroso in fase di costruzione!

Giuliano ha detto...

cari amici, io ormai spero soltanto in wikileaks...c'è qualcuno che è in contatto con Assange?
A Napoli, ma soprattutto al processo penale contro Tronchetti, sono uscite tante di quelle cose che ormai Moggi sembra un angioletto - e non parlo di calcio, ma di spionaggio industriale, e peggio. La settimana scorsa si è discusso aspramente, al cda Telecom, se chiedere i danni a Tronchetti...
Ma mi immagino cosa succederà davanti a un'assoluzione a Napoli: troppo comoda la favola del Moggi cattivo, si continuerà a dire quel che hanno detto fino ad oggi.

Cronache bianconere ha detto...

@JUVE 90: meno male, qualcuno che la vede come me c’è ancora…
;-)

@Danny67: “E' possibile che se non segna Del Piero non c'è nessuno capace di buttare dentro la palla?”: il senso del mio titolo era proprio questo…

Traorè mi sembra un po’ “troppo” soggetto a infortuni…
Di Aquilani ho notato anch’io un calo fisico nel finale delle gare. Non dall’inizio della stagione, però: potrebbe trattarsi di un momento particolare dell’anno. Vedremo più avanti…

Cronache bianconere ha detto...

@marco99: dopo ogni partita della Juventus, a meno che non capiti di commentarla per qualche sito (o motivo), mi limito ad inserire una foto della gara presa da qualche testata giornalistica aggiungendo un titolo con poche parole, giusto per lasciare un'impressione personale - a caldo - di quell'incontro.
Lo faccio da semplice tifoso.
Ma si riferisce a "quell'incontro".
Se mi dovessi mettere ad analizzare la partita stessa, allargando le considerazioni al momento che attraversa la (nostra) Juventus, tanto varrebbe scrivere un post.
Mi fa piacere, viceversa, se lo fate voi amici attraverso lo spazio per i commenti.

Il titolo era rivolto esclusivamente alla gara contro la Sampdoria, dove Del Piero, uno dei più grandi fuoriclasse della storia della Juventus, sul terreno del "Ferraris" ha finito con il calciare il pallone (per colpa di un rimbalzo sbagliato?) all'altezza delle carceri di Marassi (che si trovano esattamente dietro la gradinata Nord). Prendere lui come esempio della situazione difficile di Madama mi sembra (quantomeno) ingeneroso nei suoi confronti. Che l'età passi per tutti è assodato, che adesso sia diventato un brocco sinceramente non lo condivido.

Premesso che non è nel mio stile, ma se voglio prendere in giro qualcuno lo faccio attraverso delle bugie, nascondendo la verità o raccontando delle balle (a seconda delle preferenze). Ma alla Juventus nessuno lo ha fatto, almeno quest'anno.
Ti riporto una frase di Marotta (che ho citato nell'ultimo articolo da me scritto sabato scorso) datata 12 settembre 2010: “L’obiettivo dichiarato è la Champions League, i tifosi non vanno presi in giro. E’ giusto non perdere di vista il valore di avversari come Inter, Milan e Roma. Noi non abbiamo grandi campioni, qui ci sono ottimi giocatori che hanno bisogno di tempo per diventare una squadra vera. Non esiste la bacchetta magica, e contro la Sampdoria sei su undici erano nuovi rispetto alla scorsa stagione......”
Non mi sembra che abbia detto niente di diverso dalla (triste) realtà attuale. Se poi le incazzature quotidiane ci portano ad inveire in continuazione contro i (presunti) colpevoli di questa situazione, beh... Quello è un altro discorso.

Non conosco a fondo le qualità di Andrea Agnelli ed è (per me) ancora presto per valutare il suo operato, ricordo benissimo gli anni di suo padre e di suo zio a capo della Vecchia Signora e le durissime accuse dei tifosi bianconeri nei loro confronti durante le otto stagioni del dopo-Platini. Dove i soldi si spendevano. Male, ma si spendevano.
Ed era umiliante arrivare a gennaio-febbraio-marzo e salutare lo scudetto con larghissimo anticipo.

A me, poi, l'attuale Presidente piace.
Non capisco per quale motivo io o gli amici che hanno commentato prima di me dovremmo "svegliarci": si discute e ci si confronta serenamente pur mantenendo opinioni differenti, non vedo la necessità di dover imporre il proprio modo di intendere il calcio a quello degli altri.
Se mi sarò sbagliato sul suo conto, farò pubblica ammenda: non sarebbe la prima volta che mi capita e non ci vedrei nulla di male. Ne ho visti tanti, in questi anni di internet, di Nostradamus del calcio che poi si sono nascosti di fronte a profezie sbagliate: mi vanto di non essere tra di loro.

"Con la classe non si vince": ne ho scritti decine di articoli usando questa frase, ma non è servito a nulla.
Mi limito a continuare a sostenere la Juventus, nella speranza arrivino nuovi fuoriclasse.
Da tifoso non posso fare altro.

Cronache bianconere ha detto...

@Giuliano: l’ho presa anch’io sul ridere.
Guarda: prova ad andare a vedere quanti insulti ha preso sui vari quotidiani online, non solo da parte dei tifosi juventini, per capire quanto sono state apprezzate le sue dichiarazioni…
“Signori si nasce, non si diventa”

Ps: concordo sul tuo pensiero…

@Danny67: su quello che ha detto Moratti dovrà rispondere la società Juventus.
Non ho altro da aggiungere…
Mi sono stufato di sostituirmi (assieme a tutti voi) a chi è “obbligato” a svolgere un determinato ruolo

@IoJuventino: in Italia si guarda solo al risultato, nel bene così come nel male.
Sono in pochi a fare come fai tu, ad analizzarne i perché di volta in volta…
Mi associo al tuo modo di pensare

@Giuliano: ho imparato che chi detiene l’informazione, in Italia (e non solo), ha in mano un’arma formidabile.
Certo, poi ci sono anche i processi con le loro sentenze…
;-)

Un abbraccio a tutti!

marco99 ha detto...

"svegliamoci ragazzi. hanno gettato nel cesso un altra stagione, altro che ricostruire. sveglia!"

questo era quello che avevo scritto, ed era plurale. rivolto all'ambiente.

delneri giusto ieri ha dichiarato che la juve è ancora da scudetto e che amauri ha fatto una grande partita.
analisi obbiettiva o bieca presa in giro?

l'incazzatura non me la procura l'andamento della giornata, ma le schifezze che vedo sul campo.

Non impongo nulla a nessuno.
Chi vuole tenersi questa Juve è libero di farlo.

Buon prosieguo di campionato

Cronache bianconere ha detto...

Marco,
continuo a ritenere il tuo invito a “svegliarsi” fuori luogo. Soprattutto se preceduto da “non facciamo la fine dei giapponesi arroccati su qualche isolotto sperduto e insignificante”.
Non siamo in guerra.

“Invito tutti a gridare ad Andrea Agnelli il nostro sdegno”: io non sono “sdegnato”. Deluso, questo sì.

“Chi vuole tenersi questa Juve è libero di farlo”: perdonami, ma esiste un’alternativa?
Dovrei mettermi a tifare l’Udinese perché gioca meglio di noi o perché ha appena battuto l’Inter?
L’ho seguita in serie B, lo avrei fatto anche se l’avessero fatta ripartire dai dilettanti, e adesso per due sconfitte di fila e un’altra stagione (al momento) negativa dovrei mollare la squadra che amo da quando sono nato?

“Delneri giusto ieri ha dichiarato che la juve è ancora da scudetto e che amauri ha fatto una grande partita. Analisi obbiettiva o bieca presa in giro?”: nessuna delle due.
Esistono diversi metodi per stimolare un gruppo di lavoro. Uno di questi è quello di mantenere alta la tensione per raggiungere un obiettivo “massimo”, pur nella consapevolezza di non essere i più forti, sapendo che tenendo il passo dei migliori (in quel momento) qualcosa di positivo, alla fine, lo raggiungerai. Il rischio da evitare, notevole, è quello che si possa ripetere un qualcosa di simile a quanto accaduto la scorsa annata, con i giocatori che hanno “mollato” con la testa prima ancora che con le gambe.
Personalmente non lo condivido. Anzi: lo ritengo estremamente pericoloso. Il rovescio della medaglia è dato dal fatto che c’è un elevato rischio di “frustrazione” nel vedere che, durante il percorso, le cose ti stanno scappando di mano.
Alle parole di Del Neri si sono aggiunte quelle di Marotta, non molto distanti dalle sue.
Per quanto mi riguarda appoggio la teoria dei “piccoli passi”, di tanti piccoli risultati positivi che ti permettono di costruire delle certezze sulle quali lavorare per puntare a grandi obiettivi.
Amauri? Dovresti sentire quante gliene dico quando entra in campo, figurati nel momento in cui gioca di merda (cosa che sta capitando da anni, ormai…).
Nel mio piccolo ho dato due calci anch’io, al pallone. E quel ragazzo si vede lontano un miglio che “non c’è“ con la testa. Non è (e non è mai stato) un fuoriclasse, ma non è neanche così brocco come sta dimostrando di essere da tanto tempo a questa parte. Perdonami, ma Del Neri cosa dovrebbe fare, andare davanti alle telecamere e dire: “lo so, dovevo vincere, ma con una pippa del genere in attacco come pensavate che potessi farlo?”.
E’ un capitale di questa società, stanno provando a venderlo in tutti i modi e non riescono. Che si fa? Esiste qualcuno al mondo in grado di farlo? Rapiniamo i suoi figli o sua moglie e proviamo con la forza?
Ma Cristiano Ronaldo sbaglio o non era venuto alla Juventus perché Moggi non riuscì a sbolognare Salas dopo un anno (negativo) passato da noi? (http://www.gazzetta.it/Calcio/Estero/Primo_Piano/2008/04_Aprile/02/cronaldo.shtml)
Il contratto monstre di Amauri è stato fatto da Marotta e Agnelli oppure da Blanc?

“Buon prosieguo di campionato”: non lo guardi più? Abbandoni alla ventiduesima giornata?

Siamo tutti delusi da questa situazione. Le cose che vedi (e scrivi) tu, le vediamo anche noi.
E’ diverso soltanto il modo di affrontarle. Parto dal presupposto che stamane, come tutte le altre (e come molti altri) mi sono alzato alle 6.15, per iniziare una giornata che non ho idea – al momento - di quando terminerà.
Il calcio è una passione, uno sport, uno svago, un divertimento. I risultati della Juventus, lo ammetto candidamente, mi condizionano l’umore. Sono tifoso, è più forte di me.
Nel mio piccolo, però, cerco di dare il giusto peso alle cose.

Un abbraccio

Anonimo ha detto...

Sono pienamente d'accordo con te fratello!! Io sono distrutto, incazzato nero, non ce la faccio più a subire umiliazioni, sia in campo che fuori, ogni domenica mi avveleno il sangue, ho dentro una rabbia verso chi ha distrutto la nostra Juve e l'ha ridotta in questo modo, che spaccherei il mondo!! Dopo ogni partita della Jvue non ho più voce e non ho più energie, sono stanco come se avessi giocato io. Ogni giorno leggo tutto quanto è pubblicato sulla Juve nella speranza di vedere una luce che possa rallegrarmi l'anima ma non arriva mai. Critico la società come è giusto che sia ogni volta che mi sembra giusto farlo! Mi arrabbio quando giochiamo da schifo!
MA UNA COSA E' CERTA AL 100%: IO CONTINUERO' SEMPRE A VEDERE E A SEGUIRE LA JUVENTUS!!!!!!!! NON MOLLERO' MAI!!!!!!!!!! E SARO' SEMPRE LI' DAVANTI ALLA TV (Sono di Roma altrimenti sarei allo stadio) PER TIFARE QUEI MERAVIGLIOSI COLORI!! FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS!!!

Danny67

Giuliano ha detto...

«Il messaggio dell'Uefa è culturale, il calcio non deve essere un divertimento per ricchi in grado di ricapitalizzare ogni anno le società. Il futuro non può essere questo modo di agire».
parole odierne di Giancarlo Abete, da Tuttosport on line.
E più sopra Michel Platini, presidente UEFA, spiega a Moratti che cosa c'è che non va...
Speriamo! E' già una buona cosa sentire qualcuno che dice queste cose, speriamo che sia una ventata d'aria fresca - spero anche che torni a vincere l'Ajax, o il Nottingham Forest, e non solo le squadre dei ricconi...

Cronache bianconere ha detto...

@Danny67: mai mollare. Mai.
Sino alla fine, forza Juventus.

Ps: voci confermate da Nedved su una punta. Speriamo in bene
;-)

@Giuliano: e Moratti, naturalmente, ha fatto finta di non capire…
http://www.tuttojuve.com/?action=read&idnotizia=39779
:-)

Un abbraccio a entrambi!!!