mercoledì 25 gennaio 2012

Ancora le stesse sensazioni..

Nel mio ultimo post parlavo di sensazioni antiche, ormai quasi dimenticate, che tornavano finalmente a far sussultare il mio cuore. Emozioni che sanno di vittoria, di forza, e che derivano dal veder giocare questa Juventus, la Juventus di Antonio Conte, che è poi la Juventus che piace a tutti noi. Dico ciò al di là dei risultati che potrebbero arrivare o meno alla fine della stagione.

Sì perché già rendersi conto che il miglior gioco attualmente in Italia lo esprime la Vecchia Signora è una enorme soddisfazione, ma ciò che più fa ritornare la mente alla Juve del passato è veder riapparire di nuovo negli occhi degli avversari quella preoccupazione, quella paura seguita poi dalla rassegnazione che prima del 2006 era una costante per chiunque affrontasse i bianconeri. Ieri sera infatti, al di là della umana preoccupazione che resta finché non arriva il triplice fischio finale, ad un certo punto della gara ho avuto la netta sensazione - e credo l'abbiano avuta anche i romanisti - che i nostri avversari non avessero scampo.

Al momento tutto sembra funzionare alla perfezione: ogni elemento in campo svolge pienamente il proprio compito, dando la netta sensazione che i meccanismi di gioco siano perfettamente oliati. La squadra, e con essa la manovra e gli schemi, sembrano persino non risentire di assenze importanti come quelle di Marchisio, Vidal e Pepe, e tutti coloro che entrano in sostituzione non fanno sentire la mancanza dei cosiddetti titolari. Giaccherini e Estigarribia ne sono l’esempio: l’uno autore di una splendida rete arrivata dopo un inserimento in tutto simile a quelli che ormai sono caratteristica acquisita del Principino, l’altro protagonista assoluto con una prestazione che ha letteralmente annichilito Taddei. Marrone, poi, si sta inserendo con personalità negli schemi della squadra, mettendo in mostra una notevole visione di gioco.

Il punteggio finale poteva e doveva essere ancora più rotondo, ma come al solito (e questo, non mi stancherò mai di ripeterlo, è il più grosso difetto - che va risolto - di questa squadra) le troppe occasioni mancate hanno impedito ai giallorossi di subire una vera e propria umiliazione. Ma oggi, e solo per oggi, bisogna solamente gioire per aver superato il turno, per aver finalmente eliminato la Roma dopo due anni in cui accadeva il contrario e per essere approdati in semifinale di Coppa Italia.

Quindi tutto bene… se non fosse per due piccoli particolari: il primo è l’arbitraggio di Banti.

Ne parlo in questa occasione proprio perché abbiamo vinto e quindi, anche se non è mia abitudine farlo, non si potrà pensare che io stia cercando giustificazioni ad un insuccesso. A parte due rigori netti non concessi alla Juve (il primo per un fallo di mano di Heinze, il secondo per un atterramento di Borriello) ed un fuorigioco inesistente fischiato ad Estigarribia (nell’occasione l’esterno paraguayano è stato anche ammonito, reo di aver proseguito l’azione non avendo sentito il fischio del direttore di gara), quello a cui mi riferisco è soprattutto la “conduzione” generale della gara. Con questo termine abitualmente i “farsopolisti” si riempivano la bocca per spiegare le subdole modalità con cui veniva favorita la Juventus. Ai giocatori giallorossi è stato consentito, per tutto l’arco della gara, di entrare duro praticamente su ogni contrasto, senza che mai fossero puniti i loro interventi intimidatori.

Il secondo è la telecronaca dei due commentatori RAI, Gianni Cerqueti e Fulvio Collovati, coadiuvati perfettamente nella loro visione della partita del tutto faziosa, dalla regia della tv di stato. Infatti, se i due rigori in favore delle Juventus sono stati esaminati di sfuggita, i due telecronisti e la regia hanno indugiato più volte sul “presunto” (e sottolineo “presunto”, perché era del tutto inesistente), fuorigioco di Borriello nell’occasione della splendida rete di Del Piero. Episodio del quale si è parlato anche nel finale del collegamento considerandolo quasi fondamentale nell’esito finale del match e definito come futura fonte di aspre polemiche per tutta la settimana a venire. E noi dovremmo pagare il canone per mantenere questi due???

Ultima osservazione. Sono felice per Alex Del Piero, perché ha segnato finalmente il suo primo goal in questo stadio e perché tale goal è stato fondamentale per la vittoria finale. Grazie Capitano, anche perché questa splendida rete l’hai dedicata all’Avvocato!


Questo articolo è di Danny67. Tutti gli altri, li puoi trovare nella sua rubrica Un Bianconero a Roma

6 commenti:

Giuliano ha detto...

bella vittoria! però Luis Enrique ci ha aiutati parecchio: non marcare Pirlo e tenere altissima la difesa in linea è stato un vero suicidio tattico (ragiono col senno di poi, s'intende!)
:-)
Forse, con De Rossi in campo, le cose sarebbero andate diversamente; e non sempre troveremo un Taddei così disastroso...
Penso che Guidolin abbia preso nota di tutto, sabato con l'Udinese bisognerà inventarsi qualcosa di diverso. Vedremo.
PS: il problema con i telecronisti non è tanto che siano faziosi, quanto la marea di scemenze o di cose inutili che dicono...E li pagano, anche!!
(ti vedo bene, a Roma, in questi giorni...)

JUVE 90 ha detto...

io una Juve così belle non so se l'ho mai vista anche con Capello... Anzi: non mi pare proprio!

P.S. ma Thomas che fine ha fatto?

Anonimo ha detto...

Una Roma impalpabile all'attacco e con una difesa lenta e macchinosa clamorosamente in difficoltà sui ribaltamenti veloci della Juve!
Ps: Affidare un Juve-Roma ad un commentatore RAI di chiara fede romanista (se ne sono accorti tutti), mi sembra oltre che mancanza di professionalità da parte dei vertici RAI, anche di semplice buon senso!

Danny67 ha detto...

@Giuliano
Si in effetti oggi a Roma si sta proprio bene...romanisti spariti completamente dalla circolazione.

@Juve90
A livello di gioco, sicuramente la Juve di Capello non era come questa. Speriamo d'altra parte di ripeterne i risultati..
Thomas? Tranquillo arriva arriva..
;-)

MauryTBN ha detto...

I telecronisti sono uno peggio dell'altro, indipendentemente dal fatto che lavorino per la Rai, per Mediaset (Bruno Longhi a volte fa piegare in due dalle risate talmente le spara grosse) o per Sky, ormai mi sono messo il cuore in pace. Abbiamo visto una grande Juve ieri sera, escluso forse solo il primo quarto d'ora della ripresa. Avanti così dunque, con un Caceres e magari un Nainggolan in più!

Cronache bianconere ha detto...

Thomas c'è sempre, Sante ;-)
E scrive due volte alla settimana, impegni permettendo :-)

Poche Juventus mi hanno divertito come sta facendo questa di Conte, nonostante il suo livello tecnico sia inferiore a quello di molte altre.

Speriamo diventi anche vincente. Adesso, però, è ancora presto per parlarne.

Se penso a come eravamo messi un anno fa, comunque...

Un abbraccio a tutti!!!

Ps: arbitro, almeno ieri sera, inadeguato. Così come la telecronaca: non lo dico tanto per la faziosità (che ho notato), quanto per la professionalità che mi aspetterei da due professionisti RAI.
Tutto qui.