lunedì 30 aprile 2012

Bene così


Splendido poker calato dalla Vecchia Signora in quel di Novara davanti agli occhi di due dei suoi più grandi miti di sempre. Boniperti e Platini. Anche ieri i ragazzi di Conte hanno offerto una prova straordinaria, per determinazione, gioco, intensità corsa e pressing, che ha piegato gli avversari i quali, nonostante il risultato li penalizzasse già alla fine dei primi 45 minuti, si sono impegnati fino al novantesimo. Si perché come dice sempre il nostro Mister “facile” è una parola che si può dire solo alla fine, quando, cioè, hai reso semplice ciò che inizialmente sembrava invece arduo.

Anche perché solo l’approccio migliore ti fa sbloccare e incanalare sul binario giusto queste partite che, altrimenti, rischiano di diventare difficilissime, come del resto è stata quella di mercoledì scorso a Cesena. E questo sarà l’approccio che sarà necessario mercoledì in casa contro il Lecce, che lotterà alla morte per salvarsi (mentre i nostri diretti avversari avranno un incontro molto più facile visto che l’Atalanta, proprio ieri, ha raggiunto la matematica quota salvezza). 

 Le uniche novità in formazione ieri sono state Giaccherini e Borriello dall’inizio, quest’ultimo schierato titolare da una parte per le condizioni non perfette di Quagliarella e l’assenza per squalifica di Matri, dall’altra probabilmente perché l’allenatore bianconero ha notato che lo stato di forma del bomber napoletano ultimamente è cresciuto parecchio, non solamente per la rete segnata a Cesena, ma perché in effetti i suoi movimenti in campo e il suo inserimento negli schemi di gioco della Juventus, sono sensibilmente migliorati. 

Per il resto eccellente prestazione da parte di tutti, pur contro un avversario tutt’altro che irresistibile. Pirlo perfetto in cabina di regia, così come Marchisio e Vidal (sostituiti giustamente nella ripresa per farli riposare) a centrocampo, la difesa tutta e anche l’attacco. Ottimo Borriello e quasi devastante nell’occasione, Mirko Vucinic. 

Solo per la cronaca, e non per far polemica a tutti i costi,  ma, anche se i dirigenti del Siena non hanno detto nulla, il Milan ieri, pur meritando alla fine la vittoria, ha ricevuto degli aiutini, non ultimo l’ennesimo rigore non concesso contro i rossoneri per un evidentissimo fallo di Bonera, come già era successo in occasione della gara contro il Genova dove non è stato fischiato un clamoroso fallo di mani di Nesta in area che, in quella circostanza, avrebbe portato in vantaggio i rossoblu. Inoltre Gattuso avrebbe dovuto essere espulso, così come Yepes contro il Genova, che invece si è visto espellere Jannkovic per un secondo giallo quantomeno generoso, e da sottolineare come la rete decisiva di Boateng, mercoledì scorso, è arrivata proprio subito dopo questa espulsione. Come mai Allegri stavolta non dice nulla, pur continuando a blaterare sul goal di Muntari ogni volta che ne ha l'occasione, e soprattutto, siamo sicuri che si sarebbe taciuto nei vari servizi televisivi se al posto del Milan ci fosse stata la squadra che ieri ha vinto a Novara?

 
Questo articolo è di Danny67. Tutti gli altri, li puoi trovare nella sua rubrica Un Bianconero a Roma

8 commenti:

Giuliano ha detto...

tutto bene, bello il gol di Vucinic anche se in questi casi ci vuole la fortuna che ti assiste...
Del Milan, guardando il servizio ieri sera ho notato che negli ultimi due gol i difensori del Siena passeggiavano oppure erano fermi come statue; poi Nocerino è stato bravo, si sa che è bravo (un accidenti a chi ha lasciato lui per prendere Melo e Poulsen!), ma insomma. In questi casi, cioè quando l'avversario collabora, bisognerebbe quantomeno astenersi dai commenti entusiasti, ma pazienza.
Perché poi a questo punto dipende solo dai nostri, perciò prepariamoci a un'altra settimana di passione, prima Lecce poi Cagliari.
Secondo me col Lecce giocherà Del Piero, scommettiamo?
:-)

Danny67 ha detto...

@giuliano
Non volevo dirlo...ma in effetti la collaborazione (involontaria si intende) dei difensori del Siena mi sembra decisamente evidente. Nocerino sarà pure bravo...ma da qui a saltare avversari come birilli ce ne passa...

Domenico ha detto...

Che bello il tuo blog *-*
Forza Juventus!!! SEMPRE!!
2 vittorie ci separano dallo scudetto.
Teniamo duro....

Domenico ha detto...

:D

Danny67 ha detto...

@Domenico
Grazie di cuore per i complimenti relativi al blog, la cui paternità, ci tengo a precisare,appartiene a Thomas, con il quale io e Roberta (penso di poter parlare anche a nome suo) siamo felicissimi di collaborare con i nostri post.

pigreco san ha detto...

speriamo che stasera non rientri Matri altrimenti meglio guardare i ladri il primo tempo pena la perdita delle coronarie.

Thomas ha detto...

Grazie, Domenico, per i complimenti, che rigiro agli amici con i quali condivido questa passione: Roberta & Danny, Giuliano (una sorta di angelo custode, per me) e gli altri che impreziosiscono il blog con i loro commenti (tutti, nessuno escluso).

Dai colleghi genoani stamattina ho ricevuto una “minaccia”, nascosta sotto forma di gentile richiesta: “Vedete di fare il vostro dovere contro il Lecce…”
:-)

Ancora due vittorie, ne mancano solo due…

Un abbraccio!!!

Ps: scusate il perdurare della mia assenza in questi giorni, ogni tanto la spina va “staccata”. Lo dovevo a me stesso (per primo) e alle persone che mi sono più care. A presto

pigreco san ha detto...

mah dico un ovvietà ma non si gioca così a 5 minuti dalla fine con in paliouno scudetto.A parte la gigi cappella Conte come sempre ha i suoi demeriti a far giocare la squadra così. Lo stesso cronista in telecronaca dice che Conte incitava i suoi a continuare a giocare come sempre. Segno di poca tattica e scarsa lucidità. E non si dica che la difesa è una muraglia quest'anno perchè è la stessa dell'anno scorso
salvo un Listainer che non sa crossar. la differenza la fa solo il centrocampo. basta vedere l'inter con la stessa difesa questanno prende una montagna di gooal. conta solo il centrocampo, ma se lo fai correre 90 minuti in quel modo devi aver fatto 3 goal altrimenti sei solo un pollo caro Conte.