mercoledì 26 settembre 2012

Brutta serata

Questo articolo è di Danny67. Tutti gli altri, li puoi trovare nella sua rubrica Un Bianconero a Roma

Bruttissima prestazione della Juventus ieri sera all’Artemio Franchi contro un’ottima Fiorentina, messa bene in campo da quello che, a mio modo di vedere, è uno dei migliori tecnici italiani. Ma se prima della gara, con ancora in mente le immagini della grande prova di sabato scorso con il Chievo, mi avessero detto che i bianconeri avrebbero giocato così male, non ci avrei mai creduto. Forse mi sto abituando troppo bene e parto sempre con la convinzione che la Juve comunque vada disputerà un match di attacco, terrà sempre l’iniziativa, presserà alto e proporrà il suo consueto possesso palla. 

Purtroppo ieri non è andata così e, che io ricordi, forse in altre due o tre occasioni al massimo ho visto una squadra così spenta e costretta a subire l’iniziativa dell’avversario quasi senza reagire; con il Catania nella partita di andata della scorsa stagione, dove pareggiammo 1-1 con rete di Krasic, nel confronto di andata con il Siena (vittoria finale per 1-0) e nel primo tempo della sfida scudetto di San Siro con il Milan. Per il resto anche i tanti pareggi dell’anno dello scudetto erano apparsi come vittorie mancate, nel senso che il dominio degli uomini di Conte era sempre stato netto sia per le occasioni create che per il possesso palla spaventoso. 

Ora i motivi di una gara così sotto tono possono essere diversi. Ci sono i meriti dell’avversario tosto, molto organizzato, motivatissimo e con un gioco espresso degno di questo nome. C’è la stanchezza di molti elementi impegnati prima nelle rispettive nazionali, poi nei turni forse troppo ravvicinati di campionato e di Champions che portano tossine nelle gambe. C’è anche una fatica di tipo mentale. E’ difficile affrontare tutti gli impegni con la stessa determinazione e ferocia agonistica. 

Al di là di questi motivi, controbilanciati da una difesa che nonostante tutto tiene botta, a me sembra che la Juventus attualmente abbia due grossi problemi: Andrea Pirlo e Sebastian Giovinco. Conosciamo tutti la grandezza di Pirlo e l’importanza che avuto nella vittoria finale dello scorso anno nonché sullo svolgimento in generale del gioco di Conte e già da qualche giornata il centrocampista bresciano appare fuori forma, stanco, lento e nell’insieme poco lucido. Non so se riuscirà a ripetere la stagione passata, ma al momento le sue condizioni fisiche attuali sembrano abbastanza precarie e questo influisce molto su tutta la manovra della Vecchia Signora. 

Il secondo grosso problema è Giovinco. Secondo me, ma mi sembra di non essere l’unico a pensarla in questo modo, non è da Juventus, o almeno, non è l’uomo di attacco di cui la Juve ha bisogno. Troppo piccolo fisicamente, non in grado di opporre resistenza nei contrasti con i difensori avversari, ieri ha palesato anche alcune lacune tecniche che fanno pensare. Ha praticamente sbagliato tutti i controlli e ogni passaggio effettuato sembrava essere fuori misura. Fuori dalla manovra, spesso in fuorigioco, sembra non legarsi tatticamente a nessun partner di attacco. Spero di essere smentito, ma al momento, averlo ripreso (per quella cifra poi) si sta rivelando un grosso errore. 

Sabato e martedì prossimo mi auguro di vedere una Juve molto diversa e più simile a quella del secondo tempo di Stamford Bridge e a quella della vittoria sul Chievo, anche perché gli avversari saranno tosti almeno quanto lo sono stati i viola ieri sera.

6 commenti:

Thomas ha detto...

Come scrive il buon Stefano Discreti: "Se la Juve non perde nemmeno in una gara così... ".

Brutta partita di Madama, contro un'ottima Fiorentina.

Bravo Montella: è intelligente, sveglio e preparato.
Lui e Conte rappresentano un "tesoro" per l'attuale serie A.
Visto dove sono finiti Trapattoni, Capello, Lippi, Spalletti, Ancelotti...

Giovinco? Migliorerà, anche Chiellini e Vucinic la scorsa stagione iniziarono molto male.
Faccio il tifo per lui.

Per il ruolo che occupa, però, continuo a ripetere che non l'avrei ripreso.
Mi sarei buttato su Destro, invece che fare i salti mortali per comporre un attacco con 5 punte male assortite tra loro.
Parere personale, ovviamente.

Un abbraccio a tutti!

pigreco san ha detto...

Il problema di Giovinchio non è la statura..è la testa di C..... SE osservate passa la palla e gli assist li sa fare solo praticamente a Vucinic perchè ormai per gerarchia è chiaro che è più forte di lui ma non al Quaglia..un giocatore cosi se non cambia quella testa di ..non merita la Juve voglio Betner...

Danny67 ha detto...

@Thomas
io mi sarei ripreso Immobile. Ovviamente anche io faccio il tifo per lui, ma intanto spero di non vederlo titolare contro la roma. E anche io come
@pigreco voglio vedere Bendtner

MauryTBN ha detto...

Mi unisco ai complimenti a Montella, che già l'anno scorso a Catania ci aveva dato una lezione di calcio, come ricordato anche nell'articolo. Sono inoltre d'accordo con chi, in giro per il web, sostiene che Pirlo debba abbandonare la Nazionale, in modo da preservarsi per la Juve. Fino alla pausa per le nazionali Pirlo aveva giocato bene...sarà un caso?

Danny67 ha detto...

Maury sono d'accordo anche io sul fatto che Pirlo debba iniziare a risparmiarsi fisicamente e il miglior modo per farlo è proprio quello di lasciare la nazionale....tanto c'è Verratti no?

Giuliano ha detto...

si pedala in salita...è dura, ma comunque vada è soltanto settembre-ottobre, l'importante è esserci in primavera