mercoledì 1 settembre 2010

Parliamoci chiaro

Parliamoci chiaro.
A giugno sapevamo perfettamente che avevamo bisogno di alcune cose fondamentali per ricostruire piano piano una Squadra, con la s maiuscola.
Prima di tutto la pazienza.
Per quello che mi riguarda ero certa che questa non poteva essere subito la stagione del ritorno alla vittoria. Costruire una squadra ex-novo e sperare di portarla subito a vincere il campionato avrebbe voluto dire spendere centinaia e centinaia di milioni per gli acquisti e per gli stipendi, cosa che sapevamo fin dall’inizio non era alla nostra portata.

Poi avevamo chiesto una rivoluzione in società. Ed è arrivata.
Ed è iniziato un grande lavoro per il futuro: nuovi dirigenti, nuovi tecnici e tanti nuovi ragazzi per le squadre giovanili (apprezzabilissimo questo impegno).

Poi abbiamo sperato che Marotta fosse in grado di liberare lo spogliatoio di tutti quei giocatori inutili, costosi, forse anche piantagrane. In ogni caso non più capaci di lavorare con e per la squadra.
Piano piano sono andati via Cannavaro, Poulsen, Camoranesi, Zebina, Tiago (anche se in realtà è ancora in prestito) Trezeguet (anche se gli paghiamo ancora mezzo stipendio!). Chissà, forse anche Diego rientra nella categoria… Ci sono rimasti sul groppone solo Brazzo e Grosso.
Magari qualcuno l’avremmo anche tenuto volentieri: Candreva, Giovinco, Caceres.

Ed infine abbiamo chiesto tanti nuovi giocatori.
E sono arrivati anche loro: Storari, Motta, Bonucci, Rinaudo, Traoré, Krasic, Aquilani, Pepe, Lanzafame, Martinez e Quagliarella. 11, una formazione intera.
E’ vero non c’è neppure un grande campione, anzi potete togliere anche il “grande”. Non c’è neppure “un” campione. Forse Bonucci lo diventerà. Forse Aquilani, se il fisico lo supporterà, dimostrerà finalmente di esserlo.
Non c’è neanche un centravanti da 20 gol a stagione. E lo so: tutti abbiamo atteso il suo arrivo. Prima abbiamo sperato in Dzeko e poi in Pazzini, ma invano.
E la delusione ci ha colpito. Così come è stato per la vittoria stiracchiata con lo Sturm Graz e (ancor di più) la sconfitta con il Bari.
E ci hanno colpito anche nomi come Ibrahimovic e Robinho per esempio.
Ed hanno fatto male anche i “no”. I “no” non pronunciati da Cristiano Ronaldo o Fabregas ma bensì da Di Natale, Burdisso, Borriello ed addirittura Kaladze! (E questo credetemi è ciò che mi ha fatto più male. Ovviamente non perché mi dispiacesse non vederli con la maglia bianconera, figuriamoci! Ma per l’idea di essere trattati come una piccola provinciale).

Ora siamo tutti qui a discutere se siamo contenti o meno della campagna acquisti e dell’operato di Marotta, qualcuno dalla sua parte e molti con il fucile puntato.
Io non dirò se sono contenta a o no, mi limiterò a continuare a tifare per la Juve.
Per ora so che aspetterò che Del Neri riesca ad amalgamare vecchi e nuovi, che tenga lo spogliatoio in pugno, che i suoi schemi divengano gioco, che riesca a dare voglia, motivazioni ed automatismi.
E per questo ci vorrà qualche mese.
Ma spero che riesca a preparare una squadra pronta, il prossimo anno, ad accogliere unicamente 2 o 3 campioni che, finalmente, possano far fare alla squadra il vero salto di qualità.


Questo articolo è di Roberta. Tutti gli altri, li puoi trovare nella sua rubrica Una signora in bianconero

13 commenti:

JUVE 90 ha detto...

Concordo su tutto tranne che per i no: sono arrivati per diverse ragioni. Kaladze non è venuto perchè Grosso ha rifiutato il milan che non voleva allungargli il contratto, Burdisso ha scelto la Roma perchè li c'è il fratello e si è trovato bene la scorsa stagione, Borriello non voleva il prestito e la Roma gli ha garantito il riscatto a fine stagione.

Roberta: avevo intenzioni di proporti una cosa per juvenews. Mi posso far dare da Thomas il tuo indirizzo mail?

Giuliano ha detto...

Mettiamola in positivo: si è deciso di non dare una montagna di soldi a gente che non è certo decisiva, né Burdisso né Borriello né Di Natale (ottimi calciatori) meritano di essere coperti d'oro.
Borriello e Burdisso giocheranno in Champions, con la Juve non l'avrebbero potuto fare: è dura ricordarlo, ma l'annata scorsa è stata disastrosa.
Mi rendono invece perplesso alcune cose: se si dà via Giovinco, pensavo, significa che si dà fiducia a Diego: invece no, via tutti e due. Che si fa, ci si affida ancora a Del Piero? (tra poco ne compie 36...). Mosse come questa, così come la cessione di Trezeguet, danno l'impressione che ci sia stata un po' di improvvisazione...

darmax99 ha detto...

Come al solito ottima disquisizione! C'è un appunto però che vorrei fare. Tra tutti gli , inutili, piantagrane sovrapagati.. io ci metterei anche Del Piero! Non che appartenga alla categoria succitata...ma per il misero fatto che i suoi milioncini se li becca pure lui e a 36 anni è un ex-giocatore! Mi fà pena vederlo giocare...forse perchè io di DP ho un'altra immagine.. che non corrisponde al pensionato attuale!

marco99 ha detto...

Io credo che se questo mercato lo avesse fatto Secco lo avremmo impacato nudo alla prima cabina telefonica libera.
Non c'è ragione di fare gli aziendalisti ora.
Non c'è ragione nemmeno di chiudere gli occhi difonte alla pochezza di qualità dell'organico juve.
Infine non c'è motivo di dire per il quinto anno consecutivo "non era questa la stagione per vincere" se continuiamo cosi quella giusta sarà l'anno del mai.

Anonimo ha detto...

@ juve90 : Erano chiari i perché dei no, ma è proprio l’idea che la Juve venga messa sul piatto della bilancia - e che poi il suo peso non sia consistente - è la cosa che dispiace. Tanti anni fa ci provò Virdis ed ancora se ne parla, quest’anno invece si è trattato di notizie quotidiane!

Puoi tranquillamente chiedere la mia mail a Thomas.


@ giuliano : è sembrato anche a me che negli ultimi giorni ci siano state delle difficoltà nel muoversi sul mercato. La punta cercata e non trovata, il quarto centrale di difesa preso quasi accontentandosi di ciò che era rimasto sui banchi del mercato.
Ma soprattutto anche alcune mosse che personalmente non ho compreso: acquisti alla nostra portata,che non abbiamo preso in considerazione, come ad esempio Drenthe e soprattutto Van Der Vart (agli Spurs per 10 mil, mentre noi abbiamo pagato 12 mil per Martinez!)

@ darmax : considerazione molto personale su Del Piero, probabilmente rende ancora molto, non tanto in campo ma soprattutto come merchandising, soprattutto ora che non ci sono altri nomi di peso. E comunque questo è l’ultimo anno di contratto, poi si vedrà…..

@ marco99 : l’avevo scritto che in parecchi stanno criticando molto AA e Marotta. E la delusione la trovo comprensibilissima. Personalmente non lo considero il quinto anno del projecto, ma piuttosto il primo del nuovo corso, per dirla alla Mou, non ho mai pensato che AA fosse Harry Potter .

Grazie e buonanotte a tutti
Roberta

Cronache bianconere ha detto...

"Ma spero che riesca a preparare una squadra pronta, il prossimo anno, ad accogliere unicamente 2 o 3 campioni che, finalmente, possano far fare alla squadra il vero salto di qualità": d'accordo su tutta la linea.
Mi aspettavo, pensavo che almeno uno arrivasse (già) quest'estate.
Ora, in tutta sincerità, sono deluso...

Sante, mail in arrivo ;-)

Un abbraccio

Ps: sono un pò geloso, of course...
Trattamela bene :-)

darmax99 ha detto...

Roberta ...capisco! Ma sai cosa gliene frega al tifoso che segue la partita del "merchandising"? Il tifoso vuole vedere la sua squadra , se non vincere, almeno competere con dignità. Senza le figure barbine che stan diventando prassi normale ormai! Quindi a me dei quuattrini che porta DP me ne frega nulla! Vorrei vedere qualche giocatore , senza passero in spalla, che corra, corra , corra! 36 anni e fare figure stercoree ...non lo capisco e non lo capirò mai!

iancurtis ha detto...

Ciao a tutti, seguendo le briciole di pane lasciate da darmax (di cui apprezzo la verve anche se non ne condivido del tutto la monomania antiADP) sono arrivato a questo ottimo blog, complimenti.

Commento qui perché ho letto l'articolo e mi è piaciuto, soprattutto per il tono.

Sono d'accordo sul fatto che il mercato abbia lasciato alquanto a desiderare, con scelte poco comprensibili. Ma alcune secondo me si capiscono molto bene:
- Candreva: se ben ricordo, 7,5mln per la metà di un giocatore dotato, ma tatticamente difficile da inquadrare;
- Giovinco: giocatore "giovane-non-più-giovane", ha avuto diverse occasioni non sempre ben sfruttate, probabilmente adatto a squadre di media caratura, ma soprattutto adatto a un gioc diverso (quale?);
- Caceres: interessante, ma non alla cifra richiesta per il riscatto; poi c'erano anche dubbi sulla sua integrità fisica.
- Di Natale: non ho capito questa trattativa, il suo rifiuto ci ha salvato da un errore secondo me; i motivi paiono strettamente personali.
- Burdisso: nessuno alla Juve mi pare che abbia mai ammesso trattative, potrebbe essere anche un giochetto di Hidalgo e Branca per aumentare il prezzo.
- Borriello: credo che Marotta abbia ben spiegato i motivi, e comunque sia lui che Kaladze se avessero voluto una grande a tutti i costi sarebbero rimasti al Milan.
-Drenthe: giocatore secondo me sopravvalutatissimo, grandi mezzi fisici ma tecnica discutibile e senso della posizione assente.
-Van der Vaart: quanto prenderà di ingaggio? Il problema di fondo mi pare questo. Poi, per carità, bel giocatorino, ma non l'ho mai visto davvero decisivo, non sembra abbia molto carattere. Spiace dirlo, ma Sneijder è tutta un'altra pasta...

JUVE 90 ha detto...

Roberta: Mail inviata ;)

Anonimo ha detto...

@ Thomas : non nego che anch’io sono un po’ delusa, ma voglio vedere la cosa positivamente e sperare che Marotta e Delneri abbiano un piano. E’ lampante comunque che ci manchi – fosse solo numericamente – una prima punta.

@ darmax : capisco. E sono con te quando penso allo stipendio di DelPiero e soprattutto al fatto che ci si affidi ancora troppo a lui. Ma la classe non è acqua e io sono del partito “ADP all’Altafini”: è importante almeno nello spogliatoio la presenza di qualcuno che sappia cosa significa vincere, e poi in campo pochi minuti, poche partite… una giocata, una punizione e può risolvere una partita. Può essere importante, ma non deve essere fondamentale

@ iancurtis : benarrivato e grazie per il gradimento mostrato.
Andiamo per ordine :
- Candreva: personalmente è un giocatore che mi piace, e molto. Sono d’accordo che 7.5 mil per la comproprietà sono troppi, ma credo che fosse possibile lavorarci su. E se non sbaglio poi il Parma l’ha preso, si con il solito sistema del prestito con diritto di riscatto, ma con quest’ultimo ad una cifra decisamente inferiore.
- Giovinco : forse non è adatto al 4-4-2 di Delneri e sicuramente – come dissi in un vecchio post – non un grande campione, ma comunque ottimo rincalzo in una squadra importante.
Poi ci sta che in un ambiente con meno pressione riesca a rendere meglio e allora buon per lui!
- Caceres : http://cronachebianconere.blogspot.com/2009/12/primo-quadrimestre_3361.html come vedi siamo in sintonia. Quello che intendevo (una volta appurata l’integrità fisica, e con una decisa mediazione sul prezzo) è che poteva essere utile, data la sua capacità di giocare anche centrale. Ma di sicuro non mi straccio le vesti per la sua partenza.
- DiNatale, Burdisso, Kaladze, Borriello : lo ripeto sono molto molto contenta che non siano arrivati. E’ solo il rifiuto di gente non degna di stare neppure sulla panchina della (vera) Juve, che mi è dispiaciuto.
- Drenthe : certo non è un fenomeno, ma qui - ingiustamente – mi sono fatta trasportare dal noto per paura dell’ignoto (Traoré)
- VanDerVaart : è vero non conosco l’importo del suo contratto, ma calcisticamente parlando non credo che sia peggio di Martinez (che è costato più di lui).
Decisamente questi olandesi non sono né Robben né tantomeno Sneijder … ma – passami la battuta - pare che porti fortuna prendere gli scarti del Real Madrid :-)

Roberta

iancurtis ha detto...

Dipende anche dagli scarti, vedi Cannavaro e Huntelaar. Poi sembra che quest'anno, forse complice Mourinho, il "supermarket Real" sia stato meno generoso del solito. Secondo me, solo un incompetente poteva lasciar partire Sneijder in quel modo; sarà che stravedo per lui dalla prima volta che l'ho visto nell'Ajax, avrà avuto 19 anni.
Per VdV-Martinez, verissimo, ma probabilmente se includi l'ingaggio il primo ti costa, alla fine, svariati milioni in più, e allora era meglio tenere Diego.

Anonimo ha detto...

Quellq sugli scarti, come avevo detto, era solo una battuta ... :)

Sneijder è sicuramente un campione ma l'anno scorso il nostro direttore sportivo non lo prese in considerazione...e quest'anno non era certo in vendita!

Si l'ho detto, non conosco il contratto di VdV e quindi stiamo facendo calcoli molto molto approssimativi. Fondamentamente è Martinez che mi è sembrato un pò troppo caro, tenuto conto che lui è uno dei pochi ad essere stato acquistato a titolo definitivo.
In ogni caso Delneri considerava Diego un attaccante e Martinez un esterno di centrocampo (capace anche di attaccare).

Roberta

Cronache bianconere ha detto...

@iancurtis: benvenuto nel blog anche da parte mia ;-)