mercoledì 21 settembre 2011

Primi in classifica, due punti persi e tanto carattere


Lo spartito è quello giusto, la musica – però - la suonano pure alcuni interpreti sbagliati: la qualità o ce l’hai, o non ce l’hai. E se chi ne è meno dotato non mantiene la giusta concentrazione per novantacinque minuti di gioco, i limiti - prima o poi - escono fuori tutti.

La classe immensa di Pirlo viene così compensata a fasi alterne dagli errori marchiani di qualche compagno.
Barzagli? Complimenti a Marotta per il suo acquisto: tra lui e l’ex rossonero la Vecchia Signora (in pratica) non ha neanche dovuto aprire il portafoglio. Non esistono solo i Martinez di turno.

Vucinic croce e delizia: senza quella sciocchezza commessa alla fine della prima frazione di gioco (costata l’espulsione) con ogni probabilità la Juventus adesso si sarebbe trovata sola soletta prima in classifica.

A chi storce il naso per la prestazione degli uomini di Conte, stavolta dico di andare a vedere in casa degli altri (Inter, Napoli, Milan): se Atene piange, Sparta non ride.

Si cerca il risultato attraverso il gioco: nonostante i due punti buttati via, i lati positivi non mancano.
In inferiorità numerica per un tempo, la Juventus ha dominato, mettendoci cuore e carattere.

Ora si va a Catania, poi ci sarà il Milan a Torino.
Anzi: ora andiamo a vincere a Catania. Punto.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Ho letto l'articolo, in ultima analisi aggiungerei solo "BELIN CHE GENOA!" ;-)
Per differenza reti, siamo sopra. Preso atto che durerà molto poco e che lo stesso fenomeno si verificherà in concomitanza con il prossimo passaggio della cometa Halley, nel 2061, mi chiedo ; sarai cosi' generoso da offrirmi da bere? Puoi rispondermi in privato oppure insultarmi in pubblico, l'affetto non verrà mai meno.

Diego

Anonimo ha detto...

Fratello sono d'accordo con te. Io non ho storto il naso ieri sera, anzi..Si ci sono cose da aggiustare, giocatori da catechizzare sotto certi aspetti, ma la cosa più importante è che la Squadra, proprio nel momento in cui si è venuta a trovare in inferiorità numerica ed in una situazione in cui in passato sarebbe crollata come un pugile suonato sotto i colpi dell'avversario, ebbene, stavolta ha spinto ancora di più, schiacciando l'avversario nella propria metà campo per tutto il secondo tempo, cercando, come tu ha giustamente sottolineato "la vittoria attraverso il gioco". Certo avrei preferito essere al comando da solo...ma forse in questo momento è meglio non esserlo...Avanti così.

Danny67

Giuliano ha detto...

è più o meno la situazione in cui finì 4-1 per il Parma...anche questi incidenti tornano utili, in fase di preparazione.
Perché in fase di preparazione ci siamo ancora, altroché: e l'impressione è che di alcuni Conte non si fidi. Ieri sera, per esempio, pensavo che facesse riposare Pirlo, che invece gioca sempre: tutto il gioco passa attraverso Pirlo, bisognerebbe trovare un'alternativa (Vidal, Marrone?). Elia, come gioca? Krasic, riesce a difendere o è meglio usarlo solo come attaccante? E De Ceglie, col fisico che si ritrova, potrebbe essere il numero uno nel suo ruolo, invece ogni tanto perde concentrazione (quasi come Motta...)
Vedremo. Intanto, un saluto a Gasperini, troppo onesto e troppo bravo per l'Inter. Mi dispiace molto, spero che abbia preso una valanga di soldi, ma se sei bravo e onesto ormai è un handicap.

yashal ha detto...

Una bella Juve, davvero. Peccato per i punti persi.




http://mondobiancoceleste.blogspot.com

Anonimo ha detto...

Ripeto ciò che ho ti ho inviato via sms subito dopo il match.

Finalmente vedo la squadra uscire dal campo con la maglia sudata (cit.)
Barzagli da nazionale
Vucinic è stato un vero cretino, su di lui e sui suoi atteggiamenti Conte dovrà lavorare parecchio.
Così come credo che il mister dovrà catecchizzare anche Vidal, perché qualche sua tipica entrata potrebbe essere punita.

Aggiungo :
Chiellini insufficiente.
De Ceglie : dall'inizio della stagione 2 gol presi, 2 volte lui è il protagonista negativo. Siamo sicuri di aver fatto un affare mandando Ziegler in Turchia? Dovremo confidare in Grosso anche quest'anno?
E in assoluto, mi innervosisco all'idea di un calciatore professionista che sappia usare un piede solo!

Roberta

MauryTBN ha detto...

Senza l'ingenuità di Vucinic questa l'avremmo vinta tranquillamente, un vero peccato. Spero che Conte l'abbia massacrato negli spogliatoi, se vuole diventare un vero top player deve imparare a tenere acceso il cervello per 90 minuti. Nel secondo tempo quanto cuore, hanno davvero lottato! Una delle cose che più mi ha fatto piacere della serata è stato però l'aver finalmente subito una vera perquisizione all'entrata. Prima con le mani e poi con il metal detector: se avessi avuto addosso qualcosa di anomalo me lo avrebbero trovato, ed è la prima volta che accade in tanti anni! Ci stiamo provando davvero a cambiare il calcio italiano!

Cronache bianconere ha detto...

@Diego: fratellino, stamattina – mentre facevo colazione al “Bar dell’angolo” (la crema delle brioches di Gigi è la più buona di tutta la Liguria) – mi sono ritrovato nel bel mezzo di una triade di genoani che commentavano la vostra partita di ieri.

Il commento del primo: “Però, belin, adesso che li conto mancano trentatré punti alla salvezza…” (quota quaranta, nota di Thomas)
Vai col secondo: “Macchè salvezza e salvezza: quest’anno ci giocheremo la Champions League!!!”…
Infine il terzo: “Belandi, oh: siamo primi con la Juventus, chi lo dice che non possiamo continuare così?”.

Domani sera faremo due passi in compagnia dell’anticamera dell’umorismo da salotto (G.G.): sull’offrirti qualcosa da bere, vedrò di pensarci in nottata; viceversa, preparati a mangiare i panigacci di Aulla… Domenica vedremo di “sfondarci” ben bene…
:-D

@Danny67: è un pareggio che sa di vittoria, a mio modesto parere.
Il problema, però, è non farci l’abitudine…

@Giuliano: Enzo, il mio migliore amico, mentre guardavamo insieme la gara dei nerazzurri contro il Novara ha così commentato il probabile esonero di Gasperini: “Con lui i giocatori devono sbattersi più che con altri allenatori. Me lo ricordo bene, qui al Genoa, il mazzo che faceva fare ai suoi ragazzi. Adesso quelli dell’Inter saranno contenti…”.

Gasperini si è comportato bene: è stato un integralista inserito nel contesto sbagliato. Il tempo dirà se è stata solo colpa dell’Inter: ad oggi può attaccarsi a questo.
A me rimane il dubbio che – al netto degli errori della società nerazzurra – lui non sia adatto ad una grande piazza come quella. O come la nostra.

Sì, è vero, l’ho notato anch’io: il gioco passa tutto dai piedi di Pirlo. C’è poco da fare: fossi un pallone da calcio, mi innamorerei anch’io di quelli, evitando di cadere nella tentazione di andare verso gli omonimi dei vari Pepe, Krasic e Giaccherini.

La qualità, si vince con la qualità: oltre il nuovo stadio, anche la carica di Conte porterà qualche punto in più; per vincere, però, ci vorrebbero ancora due o tre Pirlo in qualsiasi punto del campo.

@yashal: complimenti invece a voi. E grazie per essere passata a trovarmi
;-)

@Roberta: concordo, al solito, su tutto.
Ziegler? La scelta di mandarlo via in quel modo ancora non l’ho capita…

Vidal stia attento: se gli arbitri dovessero decidere di prenderlo di mira, i cartellini gialli fioccherebbero che è un piacere…

@MauryTBN: a me una perquisizione così approfondita, una volta messo il piede dentro il nuovo stadio, non la fecero. Mi chiesero soltanto se avevo un accendino. Mi limitai a rispondere: “No, non fumo”.
Meglio così: mi dai una bella notizia. Tanto io quanto Massimiliano restammo un po’ sorpresi da quell’episodio.
;-)

Un abbraccio a tutti e grazie!!!