domenica 17 luglio 2011

Andrea Agnelli e la settimana decisiva per la Juventus


Dai primi test della Juventus targata Antonio Conte sono subito emersi i piedi fatati di Andrea Pirlo e la mano del nuovo allenatore. Nel cuore della linea mediana, ora, la Vecchia Signora ha finalmente inserito il giocatore che le sarebbe servito da anni. Ripensando all’ingente esborso economico per l’acquisto di Felipe Melo, a cui venne chiesto di svolgere le stesse mansioni demandate adesso all’ex rossonero, appare evidente come alcuni settimi posti in classifica collezionati da Madama non sono stati soltanto frutto del destino avverso, ma anche - e soprattutto - di scelte sbagliate sin dal momento del loro concepimento, quando dalle idee di mercato si è passati al "progetto". Per poi finire, inevitabilmente, al "fallimento".

Amichevoli estive come quelle disputate dalla Juventus in questi giorni non possono che lasciare in eredità piccoli spunti di discussione, riservando alle positive impressioni raccolte da Conte ("la disponibilità dei ragazzi è totale") lo stimolo per continuare a lavorare sulla strada appena tracciata. Al resto dovrà pensare il club, immettendo nuovi calciatori di caratura internazionale nella rosa bianconera per evitare di trovarsi di fronte ancora sei squadre al termine del prossimo campionato. In questo senso il nuovo tecnico ha recentemente (e giustamente) messo le mani avanti: "Un grande allenatore lo fa sempre la grande società. Oltre ai grandi giocatori, naturalmente: i protagonisti assoluti sono sempre loro, non si è mai un buon generale se non hai grandi soldati".

Alla ricerca dello "spirito Juve" perso da anni, per ora il popolo di fede bianconera che ha invaso Bardonecchia, acquistato abbonamenti a grappoli per seguire la squadra nel nuovo stadio e che anima il web, si stringe intorno alla voglia di vincere di Conte, sperando si tratti dello specchio fedele dell’intenzione di tornare ai vertici del calcio della società nella stagione dell’ennesima rivoluzione. Quella che, a detta degli interpreti sul campo, dovrà necessariamente essere diversa dalle altre. Così come ha recentemente sostenuto Chiellini: "Stagioni anonime come le ultime due, non voglio riviverle". In realtà, correggendo il tiro delle dichiarazioni del centrale difensivo e considerando che "alla Juventus vincere non è importante, è l’unica cosa che conta", l’anonimato dura da molto più tempo.

All’arrivo di ogni week end, in questo periodo, si finisce sempre - in chiave mercato - per "etichettare" la settimana che verrà col nome di un calciatore, annunciando (salvo poi posticiparli in un secondo momento) blitz improvvisi da parte della dirigenza bianconera per chiudere trattative importanti. E’ stato così sia per Aguero che per (Giuseppe) Rossi. La prossima, piaccia o non piaccia, inizierà invece con un avvenimento "certo" che produrrà effetti "certificabili": il Consiglio Federale della FIGC si esprimerà domani in merito all’eventuale revoca dello scudetto assegnato nel 2006 all’Inter. Se la linea della mancanza di competenza (certificata da tempo) dovesse essere confermata, starà alla Juventus muovere i passi successivi per evitare che siano altri, e non lei stessa, a mettere la parola "fine" a questa storia.

A farlo capire a chiare lettere (comparse sul sito ufficiale del club) è stato Andrea Agnelli: "Ribadisco che ogni azione legale sarà esperita a tutela della Juventus, se l’ordinamento sportivo dimostrerà di non essere in grado di garantire ai suoi membri pari dignità ed eguale trattamento".
Se le azioni dovessero seguire le intenzioni dichiarate, per Madama si tratterebbe di un cambio di atteggiamento epocale, che le farebbe prendere le distanze dagli errori e dai segnali di debolezza più volte mostrati in passato.

Il prossimo fine settembre lascerà definitivamente Torino monsieur Blanc, colui il quale affermava di stare "dalla parte dei giocatori che sentono di aver vinto 29 scudetti e non 27", parlava di "terza stella" per poi andare puntualmente in crisi alle prime domande sull’argomento poste da un qualsiasi giornalista. E per un John Elkann che liquidava la questione con un laconico "noi sappiamo quelli che abbiamo vinto", c’era sempre Cobolli Gigli, abile a dividere e suddividere i tifosi juventini in più categorie e a fare i conti in tasca al popolo bianconero ("Non esistono affatto i retroscena che mettono in giro sul nostro conto, ma che ci volete fare: la Juve ha 13 milioni di tifosi solo in Italia e tra loro esistono tifosi di serie A, B e C. Chiaro che io vorrei fossero tutti di serie A, ma non è possibile" - 27 marzo 2008) .

Tra calciomercato e carte bollate, onestà e prescrizione, illeciti strutturali e reali, la settimana che sta per iniziare vedrà Madama protagonista in più campi. Non c’è soltanto un futuro da costruire, ma anche un passato da riscrivere. Unendoli entrambi, la storia della Vecchia Signora potrebbe ufficialmente ricominciare. Il "buco vuoto" (di successi e significati) iniziato dal 2006 non potrà - comunque - più essere riempito; viceversa, il riconoscimento delle ultime vittorie ottenute sul campo dalla Juventus potrà consentire di rendere il giusto merito ad un team lavorativo con pochi eguali nel calcio. Un gruppo creato da Umberto Agnelli.
Che di Andrea, l’attuale Presidente, era il padre.

Articolo pubblicato su Tutto Juve.com

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Sai qual è la cosa che mi da più fastidio in questi giorni? E’ sentire tutti questi “super-partes” (nel senso di non ufficialmente Juventini o intertristi) continuare a dire “Ma ormai è passato tanto tempo, lasciamo stare e guardiamo avanti!”.
Vorrei vedere se fossero stati la loro storia ed il loro onore ad essere stati calpestati se parlerebbero così.

Roberta

Giuliano ha detto...

sorvolo per un giorno sulle questioni legali (ne abbiamo parlato a lungo, adesso vediamo cosa succede), per dire che il flop di tutti questi fenomeni, el niño mavalà e tutti gli altri, dovrebbe quantomeno far riflettere, qui si sparano 40-50 milioni di euro come se fossero gallette per la caponada.
E quindi, fin qui Marotta sta lavorando bene: anche Inler, anche Sanchez, anche Pastore, gente che ha fatto un'annata discreta, non dei fuoriclasse.
Già abbiamo avuto i fenomeni che hanno pagato 25 milioni per un mediano come tanti, per di più con faranico contratto quinquennale, piuttosto che rifare una cosa simile è meglio stare quieti e andare avanti con Matri e Quagliarella.
Pazienza fa le stesse cose che sa fare Melo, e per quel che ne so è anche meglio come testa...

Cronache bianconere ha detto...

@Roberta: lo vorrei vedere anch’io.
Guarda soltanto il fatto di essere stati “sfiorati” dalla giustizia sportiva cosa ha partorito nella testa di qualcuno: http://www.tuttojuve.com/?action=read&idnotizia=56614
(“Non hanno mai saputo perdere, ma soprattutto non hanno ancora imparato a vincere” – cit.)

@Giuliano: Dio mio, finalmente qualcuno che ragiona a base di calcio…
C’è un tale livello di isterismo collettivo in giro da far pensare a qualcosa di simile agli interismi di qualche anno fa: non sono in pochi a pensarla come te. Nessuno, però, ha il coraggio di scriverlo
Concordo e sottoscrivo

Ps: magari non verrà alla Juve, oppure arriverà ma farà schifo, ma sino a quando Giuseppe Rossi era vicinissimo ad andare al Barcellona c’era gente disperata. Ora che sempre destinato ad accasarsi sotto la Mole le stesse persone lo trattano come fosse uno scarpone. Mi diverto a segnarmi queste cose, ogni tanto. E ad andare a controllare se i pareri dei diretti interessati – per caso – sono cambiati col passare del tempo…

Un abbraccio a entrambi!!!

Pigreco San Trader ha detto...

I pIedi di Pirlo li conosciamo e sicuramente finalmente avremo gioco, e passaggi alle punte che correranno di meno ma non molto meno perchè abbiamo ancora i pallonari la dietro da pallone sul fondo e via. Senza un centrale piccolo dai piedi buoni non si arriva manco quarti.
Matematico. ma questo già lo sapete a priori. Infatti il Napoli, Inter, La Lazio dove si sono rinforzati?
In difesa naturalmente. mentre noi andiamo ad inseguire i campioni del gol sperando di supportare le cappelle del Cghiellini con un gol in più. Auguri tanti auguri a Conte che verrà bruciato subito.
Come tanti illustri suoi predecessori.

Cronache bianconere ha detto...

@Pigreco San Trader: in questo momento il calciomercato non è concluso, emettere sentenze definitive adesso è forse un po’ prematuro.
Porta pazienza. Anzi: mettilo da parte, ora che c’è Vidal…
;-)

Capisco i tuoi dubbi, spesso ho messo a nudo i miei in alcuni pezzi ormai passati in archivio.

Un abbraccio e a presto!

Giuliano ha detto...

...vuoi vedere che dopo Vidal c'è davvero anche Silvestre?
Se poi arriva anche Giuseppe Rossi, potremmo chiamarlo Pino, et voilà.
(ma lo vendono ancora, quel bagnoschiuma lì?)

Cronache bianconere ha detto...

Sì, lo vendono ancora ;-)
Dovrebbe arrivare pure un difensore. Almeno uno.

Su Vidal la Juventus si è mossa davvero bene, nei tempi (e nei costi) giusti.
Finalmente!

Un abbraccio :-)

Pigreco San Trader ha detto...

ma che senso ha rifare la squadra ogni anno da 5 anni a sta parte in tutti i reparti si cambia meno che in difesa nel posto centrale. Ma mi pare di essere l'unico ad avere una TV in 3d
QUA o sono su scherzi a parte. Ma quanti passaggi giusti fa un Chiellini in una partita, quante cose giuste fa, certo temperamento alla grande coraggio, qualche zuccata, ma quanti rigori fa in un anno? quante palle buttate nel fondo.
Chi conosce a fondo il ruolo del TERZINO nel calcio moderno a livello matematico di zone d'area ecc capisce subito che il problema non sono i 2 terzini. abbiamo avuto fior fiore di terzini..tutti bruciati-...ma come non si fa a capire un ovvietà simile...
la Juve dell'anno scorso era fortissima infatti con le grandi squadre abbiamo sempre fatto bene..perchè? alla Juve dell'anno scorso bastava dare un calcio ai centrali e arrivi 4 bendato ma invece si cambia l'intera squadra come se l'ossatura portande fossro Buffon certo ma Chiellini e Bonucci.
Ma questa è incompetenza allo stato puro...certo è presto ma ad oggi giovedi 21 luglio questa è la sostanza.E son passati 5 anni che fondiamo una Juve su quel centrale.
e non abbiam più vinto nulla....
saluti

JUVE 90 ha detto...

l'acquisto di Vidal a quel prezzo è davvero un grande colpo e va detto che la settimana non poteva iniziare meglio. Melo pare sia in uscita, vedremo...

Nuova grafica per Juvenews e nuovo avatar per Thomas... si cambia proprio tutto allora :D

Cronache bianconere ha detto...

@Pigreco San Trader: non provo (e non proverò) a farti cambiare idea su Chiellini.
Lo giuro sull’onestà di Moratti ;-)

Penso sia più facile (per me) convincere la Canalis a mangiare una pizza in mia compagnia piuttosto che portarti a pensare che i problemi della Juventus in questi anni non sono riconducibili solo ed esclusivamente agli errori sul campo del centrale bianconero.

Che ne ha fatti (e ne farà), d’accordo: ma forse sei un po’ troppo ingeneroso nei suoi confronti. Non trovi?
Comunque passiamo oltre, e cerchiamo di vedere come si comporterà la nuova creatura di Conte sul rettangolo di gioco, per dare qualche giudizio un po’ più “sostanzioso”

@JUVE 90: sì, stavolta Marotta (e Paratici) si sono mossi davvero bene. Concordo.
Melo “uscirà”, e se va come deve andare… Verrà ceduto ad un buon prezzo, considerando che sono trascorsi due anni dal momento del suo arrivo a Torino

Complimenti ad Alessandro, Gianluca e a tutti gli altri che si sono adoperati per la nuova grafica del sito: è bellissima
:-D
Un abbraccio a tutt’e due!